• Home
  • Blog
  • News
  • Nella “tana del lupo”: cosa non può mancare in casa quando si adotta un cucciolo di CLC?

Nella “tana del lupo”: cosa non può mancare in casa quando si adotta un cucciolo di CLC?

cosa procurarsi in casa adottare un lupo cecoslovacco a Pisa

Per far sentire a casa un cucciolo di CLC basta davvero poco.

Scopriamo cosa non può assolutamente mancare quando un lupo cecoslovacco entra a far parte di una nuova famiglia.

Come tutti noi ci sentiamo spaesati e disorientati quando cambiamo casa, così i nostri adorati cuccioli di CLC potrebbero avere qualche difficoltà ad adattarsi al nuovo ambiente.

L’arrivo nella nuova casa è allo stesso tempo un momento di grande gioia per il padrone e di vera preoccupazione per il cucciolo: solo, lontano dal proprio branco, dai fratelli e dalla mamma, sin da subito cercherà di nascondersi da quelli che per lui sono ancora soltanto degli sconosciuti, rifugiandosi magari dietro un mobile o sotto il divano.

Questo comportamento è assolutamente normale: infatti il piccolo ha bisogno di ambientarsi e di capire che si può davvero fidare delle persone presenti, prima di poter tornare ad essere effettivamente tranquillo.

Anche per questo motivo è importante avere in casa poche cose ma essenziali per garantire al cucciolo di abituarsi alla sua nuova vita.

Vediamo allora cosa non può mancare al momento dell’arrivo in casa di un cucciolo di CLC

1.Il necessario per una giusta alimentazione

Procurarsi il cibo adatto è probabilmente una delle prime cose a cui si pensa quando si opta per l’adozione di un cucciolo di cane, a prescindere dalla razza scelta.

Nel caso del lupo cecoslovacco, il piccolo arriverà nella sua nuova casa generalmente a due/tre mesi di vita, quindi sarà stato sicuramente già svezzato dall’allevatore; buona norma sarebbe che l’allevatore stesso ti consigliasse il tipo di alimentazione da adottare per non stravolgere di colpo le abitudini alimentari del cane.

Sarà necessario avere a disposizione mangimi secchi, realizzati con carni rosse, bianche o con del pesce e studiati proprio per i cuccioli e per la loro crescita.

È raccomandabile acquistare le crocchette che riportano sull’etichetta la scritta “puppy”, specifiche per cuccioli fino a un anno di età, che sono più ricche di proteine, vitamine e calorie.

Oltre a questo, sarà comodo avere a disposizione anche wurstel e mortadella, gli “snack” preferiti dai cuccioli di CLC: con questi potrai attirare il piccolo a te nei primi momenti nella nuova casa, così che possa avvicinarsi, annusarti e imparare a conoscerti.

2.La cuccia

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, per il cucciolo di lupo cecoslovacco non è indispensabile avere una grande cuccia, ma sarà più che sufficiente un lenzuolo o una vecchia coperta per creare un giaciglio su cui farlo riposare.

Basterà “allestire” un piccolo angolo in cui il tuo CLC potrà coricarsi quando ne sentirà il bisogno: per i primi giorni nella nuova casa è consigliato comunque posizionare la cuccia vicino al luogo in cui dorme anche il padrone, per velocizzare l’imprinting e per permettere così al cane di sentirsi sempre al sicuro.

3.Togliere ostacoli e oggetti fragili

Più che “una cosa che non può mancare in casa”, questo terzo consiglio riguarda ciò che non deve essere alla portata del tuo cucciolo.

Il CLC è infatti un animale estremamente curioso: ti capiterà spesso di trovarlo ad annusare tutto quello che gli passa sotto il naso.

Un po’ come accade per i bambini che cominciano a gattonare, anche per il cucciolo di lupo cecoslovacco è consigliato togliere qualsiasi tipo di oggetto che possa essere ingerito, qualsiasi ostacolo possa incrociare la sua traiettoria… insomma, tutto ciò che rappresenta un potenziale pericolo per lui.

4.L’amore e la compagnia del padrone

Sembra scontato ma non è così: l’amore e la compagnia del padrone sono davvero gli elementi essenziali per far sì che il nuovo arrivato si senta a casa e a proprio agio. 

Sin dal primo momento, il cucciolo dovrà associare al padrone la figura di capobranco di cui può fidarsi ciecamente e da cui sa di ricevere un amore incondizionato.

Perciò, se lo vedi spaventato, con calma e delicatezza avvicinati a lui, accarezzalo e portalo con te sul divano. Standoti addosso memorizzerà il tuo odore e la tua voce.

Trascorso qualche minuto, prova a dargli un pezzetto di wurstel o di mortadella (come abbiamo detto, i CLC ne sono golosi): lo mangia? Benissimo, sei sulla buona strada e stai conquistando la sua fiducia.

Non accetta il cibo che gli hai offerto? Vuol dire che c’è bisogno di un altro po’ di tempo: possono servire anche tre o quattro giorni prima che il piccolo acquisti sicurezza.

Dedicandoti a lui con affetto vedrai che il tuo impegno sarà ricompensato: dopo una settimana comincerà a seguirti per tutta la casa, ti seguirà anche in bagno.

Se hai bisogno del parere di un allevatore esperto o se stai pensando di adottare un cucciolo di CLC, rivolgiti all’Allevamento del Parco Naturale di Marina di Pisa

Chiama al 335.1262270 oppure contattaci cliccando qui per sapere di più sulle nostre cucciolate!

 

PS. Leggi anche il nostro articolo Cucciolo di CLC: consigli per i primi giorni nella nuova casa, troverai altri consigli utili per familiarizzare col tuo piccolo compagno di vita a quattro zampe!

Stefano Fioravanti